Mini Motor Racing Evo – Non è un paese per chi ha pochi ottani

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Buffer this page

Poco meno di un anno fa usciva Bang Bang Racing: un tuffo nel passato alla ricerca di memorie di MicroMachiniana fattura, con un tocco di violenza e scontri che non fanno mai male. In questi giorni, come possibile alternativa nel campo dei giochi di corse arcade, esce su Steam Mini Motor Racing Evo, un porting di un’app da cellulare che vuole provare a offrire divertimento e allegria con un tratto colorato e spensierato.

Inizio subito col dire che, purtroppo, l’anima da app di Mini Motor Racing Evo si vede fin subito dai menu. Spalmati per tutto lo schermo e poco chiari per una navigazione attraverso pad, vi sembrerà di avere a che fare con un enorme schermo touch, dove vorrete premere con ditate, ma non potrete. In ogni caso, le opzioni grafiche – tutte facilmente impostabili – vi permetteranno di far girare il titolo anche su computer meno recenti. Non che possa essere un problema per via del blur o degli effetti particellari, ma in generale, i dettagli extra-percorso del gioco saranno veramente ridotti all’osso. Tocca ammetterlo da subito: forse il più grande difetto di Mini Motor Racing Evo è proprio quello di essere un semplice porting, invece di una totale riedizione di un gioco potenzialmente devastante. Pochi dettagli dicevamo, ma soprattutto un sistema di controllo frustrante con il pad, ma decisamente più abbordabile con la tastiera. Perché? Mi chiedo… com’è possibile? Non ne ho idea, fatto sta che per una volta, dovrete tornare alle belle freccette e ai colpi di Shift per la Nitro. Non serve sapere altro, ma non sarebbe comunque servito per l’eccessiva semplicità del gioco. A meno che non decidiate di gareggiare con l’auto più lenta per un puro piacere masochista personale, vi ritroverete primo con troppa semplicità, senza neanche dover stare attenti a subire danni (caratteristica totalmente assente in MMREvo).

La telecamera vi farà qualche brutto scherzetto, ma vi ci abituerete subito.

La telecamera vi farà qualche brutto scherzetto, ma vi ci abituerete subito.

Eliminati questi problemi, Mini Motor Racing Evo vomita una quantità di gioco da affogarci dentro. Prima di tutto la gamma di auto disponibili è veramente enorme: potrete scegliere tra moltissimi modelli diversi, tutti abbastanza poco realistici in termini di statistiche, ma ugualmente potenziabili rispettando i valori di base. Un’offerta molto interessante, anche se di fatto i bolidi che utilizzerete saranno quasi sempre gli stessi, se non per dedicarvi (a gioco finito) al potenziamento di quelli meno prestanti. Un aspetto negativo è sicuramente quello di poterli usare quasi tutti fin da subito, in particolare per via di una sistema di guida che cambia veramente poco. Alla cornucopia di auto, si aggiunge un’orgia di tracciati in perfetto stile app: tanti, divisi in tre categorie di difficoltà, ma ahimè poco caratterizzati e molto corti. Non voglio marchiare la brevità dei percorsi come un malus, ma è indubbio che sia sempre la stessa eredità da app che influisce negativamente su un prodotto che avrebbe potuto offrire molto di più. Anche perché sembra che i ragazzi di The Binary Mill abbiano potuto sfruttare delle licenze blasonate come quelle di Portal, Fruit Ninja e Team Fortress per creare delle piste a tema: una cazzatella eh, ma il risultato è molto carino, con tanto di set sonori corrispondenti.

Potremo modificare il nostro veicolo su più livelli, ma solo in base al suo assetto!

Potremo modificare il nostro veicolo su più livelli, ma solo in base al suo assetto!

A concludere il pacchetto interviene la modalità online (ricordiamo purtroppo NON presente su Bang Bang Racing), oltre che la LAN, le quali allungano abbastanza la longevità di un gioco che può divertire molto di più tra amici. In ogni caso, il premio per la “migliore-idea-peggio-realizzata” va all’editor. Come da perfetto stile TrackMania, avremo la possibilità di creare e condividere le nostre creazioni (anche attraverso lo Steam Workshop) per prolungare ulteriormente il divertimento di Mini Motor Racing Evo. L’unico grosso problema riguarda la sua incredibile castrazione: potrete impostare curve e direzione del percorso, ma la limitatezza delle modifiche e la pochezza di personalizzazione specifica di tratti di gara rende lo strumento monco. Tante piccole idee, alcune ben sviluppate, altre molto meno: sinceramente fa davvero tanta rabbia vedere da una parte la grafica piacevole, il comparto sonoro divertente (e con qualche perla nascosta come i Robot Science) e delle mappe tutto sommato accettabili, e dall’altra la natura troppo mobile e l’intelligenza artificiale della campagna eccessivamente lasciva e piatta, a volte perfino cieca nell’andare a bloccarsi in strettoie dei circuiti. Insomma, Mini Motor Racing Evo avrebbe potuto essere un’ottima alternativa a Bang Bang Racing, anche spodestandolo, ma il suo essere *troppo* porting lo rende più un passatempo per chi si è già sbranato il titolo appena citato e cerca qualche altro gioco di guida arcade, da condividere possibilmente con qualche amico.

Le mappe su licenza sono molto carine e ben curate!

Le mappe su licenza sono molto carine e ben curate!

6 / 10

Consigliato a: chi proprio non può fare a meno di corse arcade su PC, chi sa chiudere un occhio sul fatto che si tratti di un porting e chi ha qualche buon amico con cui divertirsi online. Mini Motor Racing Evo è un bel passatempo, ma poteva essere di più.

Sconsigliato a: chi cerca un prodotto più corposo, purtroppo Mini Motor Racing Evo soffre troppo della sindrome da gioco da trono, offrendo minisessioni di gioco sempre molto simili a una difficoltà ridotta.

[Mini Motor Racing Evo su Steam]

Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Buffer this page